Peroni snc

Gli anni Cinquanta tornano in cucina Smeg

Gli anni Cinquanta tornano in cucina Smeg

 

Impossibile non notarli: gli elettrodomestici vintage della linea 50’s Style di Smeg sono coloratissimi e dal design retrò, e non si dimenticano

Il frullatore, il tostapane, il minipimer, il frigorifero, l’impastatrice. Per anni questi elettrodomestici sono stati visti come qualcosa di prettamente funzionale, privo di un’estetica precisa, da utilizzare e poi da riporre in un armadietto, o comunque da mettere in secondo piano. Qualcuno, però, ha iniziato a pensarla diversamente. Tra questi c’è sicuramente il marchio Smeg, che ormai da alcuni anni propone la famosa e apprezzata linea 50’s Style, con tanti elettrodomestici che riportano in vita il design degli anni Cinquanta – unito ovviamente alle ultime innovazioni tecnologiche.

La linea 50’s Style di Smeg

Smeg è un’azienda emiliana nata nel 1948: fin da allora disegna e crea elettrodomestici di uso quotidiano, apprezzati ormai a livello internazionale. Si può quindi dire che, con la sua linea 50’s Style, l’azienda sia tornata alle proprie origini, rifacendosi ai trend estetici dei primi anni della sua storia. Questa voglia di anni Cinquanta ha avuto dapprima sfogo con i famosi frigoriferi Smeg dallo stile vintage, a partire dall’iconico frigorifero FAB28. Visto il grande apprezzamento da parte del pubblico, questa sperimentazione è proseguita a spron battuto anche sul versante dei piccoli elettrodomestici, grazie alla collaborazione con designer come Matteo Bazzicalupo e Raffaella Mangiarotti. In questo modo la linea anni Cinquanta si è arricchita di tostapane, di frullatori, di impastatrici, ma anche di lavastoviglie, miscelatori, bollitori, spremiagrumi, montalatte, estrattori di succo e quant’altro.

A distinguere i prodotti della linea 50’s Style di Smeg sono le linee morbide e sinuose, i dettagli cromati, nonché le tinte sfacciatamente briose, con il colore che prende il sopravvento e diventa protagonista. Parliamo quindi di elettrodomestici con una forte personalità, che da soli riescono a dare carattere a un intero ambiente. Ma non si tratta solamente di una questione di design e di estetica: gli elettrodomestici anni Cinquanta di Smeg si sono fatti apprezzare anche per ergonomia, funzionalità e versatilità. Concentriamoci, per esempio, sull’impastatrice Smeg.

L’impastatrice Smeg della linea 50’s Style

Le impastatrici Smeg sono immediatamente riconoscibili per le linee intriganti e per l’approccio full color: le tinte disponibili sono tante, e a farla da padrone sono quelle pastello, vivaci e affascinanti. Rosa, rosso, argento, azzurro, verde, nero, panna: tutto dipende dai propri gusti nonché, ovviamente, dall’impronta cromatica che si intende dare alla propria cucina. Una cosa è certa: l’impastatrice Smeg anni Cinquanta non è fatta sicuramente per essere nascosta, ma anzi, può essere mostrata con orgoglio da chi ama cucinare. Le linee vintage non devono peraltro trarre in inganno, in quanto ci si trova di fronte a un elettrodomestico capace di stupire quanto a funzionalità e quanto a potenza. Il corpo dell’impastatrice Smeg è realizzato in alluminio pressofuso, ed è completato da una ciotola con una capacità di 4,8 litri. Il motore, a presa diretta, presenta 10 velocità differenti, con la preziosa funzione Smooth Start, la quale assicura una partenza morbida e progressiva della rotazione.

Fai una ricerca per…