Peroni snc

Frullatore o Tritatutto: cosa cambia?

Spesso si pensa che Frullatore e Tritatutto siano la stessa cosa, ma non è affatto così! In questo articolo illustriamo quali sono le caratteristiche dei due elettrodomestici e quale scegliere a seconda delle esigenze.


A differenza di quanto si possa pensare il frullatore e il tritatutto sono due elettrodomestici da cucina differenti, sebbene caratterizzati da una struttura simile. Sono sostanzialmente due le differenze tra questi dispositivi: le dimensioni e il tipo di ingredienti con i quali possono essere utilizzati.

Il frullatore, infatti, ha delle dimensioni maggiori rispetto al tritatutto, che invece rientra tra gli elettrodomestici da cucina che possono essere sia posizionati sul piano cucina che riposti in dispensa. Il frullatore inoltre viene generalmente utilizzato per sminuzzare e mescolare tra loro ingredienti morbidi, come ad esempio la frutta e la verdura, laddove invece il tritatutto può essere utilizzato anche per tritare ingredienti più solidi come la frutta secca, il caffè, le spezie o il pane.

Frullatore: pro e contro

Il Frullatore è l’elettrodomestico giusto per chi è alla ricerca di un dispositivo che permetta di realizzare composti morbidi e liquidi come frullati e frappè. Tra le caratteristiche principali del frullatore figurano senza dubbio le dimensioni dell’elettrodomestico, che possono essere sia un vantaggio che uno svantaggio. Esistono infatti in commercio frullatori con brocche di grande capienza, fino a 2 litri, che permettono di inserire al loro interno una grande quantità e varietà di ingredienti, ma che possono al tempo stesso rappresentare un ingombro non indifferente sul piano della cucina.

Un altro vantaggio legato all’utilizzo del frullatore è la possibilità di utilizzare diversi accessori e funzionalità per preparare in pochi minuti frullati, salse e zuppe. A seconda del tipo di frullatore scelto però c’è anche la possibilità che l’elettrodomestico risulti rumoroso durante l’utilizzo, soprattutto nel caso dei frullatori ad immersione. Va infine detto che, trattandosi di uno strumento grande e con varie componenti, richiede del tempo per la pulizia, sia della ciotola che del corpo macchina esterno che potrebbe sporcarsi durante l’uso.

Tritatutto: pro e contro

Il Tritatutto viene invece utilizzato con maggior frequenza quando è necessario triturare ingredienti solidi e più duri rispetto, ad esempio, alla frutta o alla verdura; si tratta inoltre di un dispositivo che è facile da tirare fuori e riporre al bisogno. Le dimensioni compatte di questo elettrodomestico rappresentano, proprio come nel caso dei frullatori, al contempo un vantaggio e uno svantaggio. Questo perché i tritatutto permettono di lavorare solo una quantità limitata di ingredienti e sono quindi indicati soprattutto per preparazioni veloci.

Tra i vantaggi dei tritatutto però è importante sottolineare il fatto che si tratti di elettrodomestici dal costo inferiore rispetto ai frullatori, e di conseguenza più facile da sostituire in caso di guasto e rottura, e più facili da pulire in quanto costituiti da un contenitore piccolo.

Tritatutto o Frullatore: le nostre conclusioni

Una volta evidenziati i pro e i contro di frullatore o tritatutto è necessario sottolineare come, a prescindere dal tipo di elettrodomestico scelto, sia importante orientarsi sempre su dispositivi di alta qualità e in grado di durare a lungo nel tempo. Prendendo in considerazione lo spazio a disposizione, la possibilità di spesa per l’acquisto del dispositivo e le necessità personali, è possibile scegliere tra una vasta gamma di marchi e modelli, come ad esempio quelli disponibili sul sito di Peroni.

I vari marchi offerti e le fasce di prezzo disponibili permettono di effettuare facilmente una scelta con la garanzia di affidarsi a prodotti di qualità, ricchi di funzionalità e dalle performance avanzate.

Fai una ricerca per…