Peroni snc

Come fare la pizza come in pizzeria?

Come fare la pizza come in pizzeria

La pizza in casa non viene mai come quella che si mangia in pizzeria. Ma non è un dogma: con gli accorgimenti giusti è possibile avvicinarsi di parecchio al risultato del pizzaiolo professionista!

Come fare la pizza come in pizzeria? È quello che si domandano in tantissimi dopo avere preparato la pizza in casa. Certo, ci sono tantissimi pizzaioli amatoriali che preparano delle ottime pizze, le quali però, all’aspetto e al palato, si rivelano sempre per quel che sono, ovvero delle pizze “domestiche”. Ma deve per forza essere così? Non è forse possibile eguagliare la pizza della pizzeria anche in casa? Per riuscire in questa impresa è necessario seguire i passaggi giusti, e avere tutto il necessario. Ecco come fare!

Come fare la pizza come in pizzeria? I nostri consigli

La farina: partiamo dall’impasto, anzi, dalla farina. Per fare la pizza come in pizzeria, infatti, non ci si può accontentare della prima farina 00 che si trova a mucchi sugli scaffali del supermercato. È invece necessario impegnarsi un po’ di più, e usare una farina per pizza, realizzata cioè proprio con questo scopo. Quello che si vuole è infatti un impasto estensibile, e per questo serve una farina forte e con un’alta capacità di assorbire i liquidi. Come sottolineeremo qui sotto, inoltre, la pizza deve subire una lievitazione media o lunga, e non tutte le farine sono in grado di sopportare questo passaggio!

La lievitazione: chi desidera fare la pizza come in pizzeria non può iniziare a preparare l’impasto il pomeriggio sperando di poter servire la pizza in serata. Nossignore: la pizza ha bisogno di tempi lunghi, per una lievitazione lenta, senza fretta. Ecco quindi che sarebbe sempre il caso iniziare la mattina o perfino il giorno prima, concedendo quindi all’impasto parecchie ore di lievitazione. Per le lievitazioni lunghe e con impasto umido il posto giusto è il frigorifero; chi non ha troppo tempo, invece, può optare per il forno spento.

Il pomodoro: la pizza classica è quella rossa, e quindi con la salsa di pomodoro. Molto spesso, però, chi prepara la pizza in casa tende a eccedere con la quantità di salsa, andando a rovinare il risultato finale. Molto meglio quindi orientarsi verso il “velo” di pomodoro, da distribuire sulla pizza delicatamente usando il dorso di un cucchiaio. In questa operazione bisogna ovviamente stare attenti a lasciare ben liberi i bordi!

La pietra refrattaria: a fare la differenza tra la pizza del ristorante e quella fatta in casa è, molto spesso, la cottura. Il forno di casa è infatti molto differente rispetto a quello della pizzeria, che raggiunge temperature altissime. Esiste però un trucco per potenziare il forno domestico, e consiste nel usare una pietra refrattaria. Provare per credere!

Il forno per la pizza: i veri appassionati di pizze fatte in casa, per raggiungere il risultato perfetto, possono prendere in considerazione l’acquisto di un forno speciale per la pizza: il marchio Ooni propone dei fantastici forni portatili per pizza per cucinare all’aperto, in grado di cuocere una perfetta pizza napoletana in soli 60 secondi. Sono disponibili diverse versioni, con cottura a gas, carbone e pellet.

Fai una ricerca per…