Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui.
Cliccando su “Ok, ho capito” acconsenti all’uso dei cookie.


Ok ho capito
Peroni snc


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui.
Cliccando su “Ok, ho capito” acconsenti all’uso dei cookie.


Ok ho capito
Apple pie: origine e ricetta

Vuoi preparare il dolce americano più famoso? Ecco la ricetta della Apple pie!

Dolce americano per eccellenza, abbiamo imparato a conoscere l’apple pie sulle pagine di Topolino, con Nonna Papera che ne aveva sempre una in serbo per il golosissimo Ciccio. Spesso noi la chiamiamo “torta di mele”, ma sbagliamo: si tratta infatti a tutti gli effetti di una “pie”, non di una “cake”: qui la protagonista, subito dopo alle mele, è la pasta brisée.

L’origine dell’apple pie

La ricetta dell’apple pie

L’origine dell’apple pie

Tutti la considerano americana. Gli stessi statunitensi infatti, la chiamano spesso “American pie” (nomignolo che è arrivato in tutto il mondo grazie alle famose commedie cinematografiche per ragazzi) e la servono puntualmente il giorno del Ringraziamento, e non solo.

Va però sottolineato che l’apple pie è in realtà nata nel Regno Unito, per poi essere esportata oltreoceano. Insomma, dentro a quella pie batte un cuore europeo.

Bene, passiamo alla ricetta originale dell’apple pie!

La ricetta dell’apple pie

Di ricette per l’apple pie ne circolano diverse versioni, con piccole varianti: chi cuoce le mele prima, chi le frulla, chi usa aggiunge del sidro, chi prepara l’impasto per la brisée con il lardo, chi aggiunge farina al ripieno… ecco come la prepariamo noi!

Ingredienti pasta brisée

300 grammi di farina 00

210 grammi di burro (freddo, meglio se semicongelato)

160 grammi di acqua fredda

10 grammi di aceto di mele

20 grammi di zucchero

1 pizzico di sale

Ingredienti ripieno

1 Kg di mele abbastanza resistenti alla cottura (Gravenstein, Golden, Fuji,Granny Smith)

40 di grammi burro

120 di grammi zucchero di canna

½ cucchiaino di cannella

2 cucchiaio di amido di mais

Ingredienti per decorare

1 uovo

qualche pizzico di zucchero

 

Per preparare la pie è necessario partire qualche ora prima mettendo il burro a pezzetti e l’acqua nel congelatore. Quando tutto sarà pronto, mettiamo in un robot da cucina attrezzato con lame il burro, la farina, lo zucchero e il pizzico di sale, azioniamo e lasciamo andare per una ventina di secondi. A questo punto si potrà aggiungere la parte liquida, ovvero l’acqua e l’aceto, per ridare qualche altro giro di lama (qualche secondo) e quindi versare tutto in una ciotola: qui basterà lavorare velocemente per avere il nostro impasto, da mettere nell’immancabile pellicola e quindi in frigorifero.

Nel frattempo, sbucciamo e e tagliamole a cubetti di circa 2 centimetri, per poi lasciarle a macerare con cannella e zucchero: il riposo dovrà durare almeno mezzora, a temperatura ambiente. Fatto questo questo, recuperiamo il liquido rilasciato dalle mele, uniamolo al burro e mettiamo suol fuoco per alcuni minuti, per ottenere uno sciroppo da lasciare intepidire. Aggiungiamo alle mele l’amido e mescoliamo.

Mentre facciamo questi passaggi, l’impasto sarà diventato abbastanza duro, e sarà quindi pronto per essere usato. Dopo aver imburrato e infarinato la tortiera, prendiamo metà dell’impasto (l’altra lasciamola nella pellicola) e stendiamolo, fino ma non troppo: mezzo centimetro andrà benissimo. Adagiamolo sulla tortiera Decora in modo che debordi, e riempiamolo con le nostre mele, su cui verseremo il nostro sciroppo tiepido.

Ora bisogna fare una pausa: mettiamo per una decina di minuti la pie in frigo a stabilizzare. Stendiamo quindi la seconda metà di impasto e richiudiamo la pie, togliendo l’impasto eccedente con una forbice e schiacciando tra pollice e indice i due lembi, per ottenere una decorazione ondulata.

  • Stampo tortiera ruoto bordo svasato H4cm...

    Tortiera, in banda stagnata, dalla forma rotonda e dai bordi svasati, particolarmente indicata per una cottura lenta, garantisce una distribuzione uniforme del calore. E' perfetta per la realizzazione della classica pastiera napoletana o per la cottura di pizze, crostate ed apple pie. Diametri disponibili: 20 cm - 22 cm - 24 cm - 26 cm - 28 cm - 30 cm...

    8,45 € Disponibile
    Disponibile

A questo punto non resta che spennellare la superficie della torta con l’uovo sbattuto, cospargere con un po’ di zucchero e quindi praticare i 5 classici tagli dell’apple pie: non resta ora che infilare in forno statico per circa 40 minuti 200 gradi, per terminare con altri 20 minuti a 180 gradi (se l’impasto dovesse diventare scuro troppo presto, meglio coprirlo con della carta da forno).

Ora non ti resta che assaggiarla. Ma ricorda: la regola è aspettare almeno tre ore dalla fine della cottura prima di mangiare l’apple pie. E la perfezione si raggiunge il giorno successivo… se si riesce ad aspettare!

Fai una ricerca per…

Hai bisogno d'aiuto?
Orari assistenza clienti
Lun-Ven 9.30-16.00 | Sab 9.30-12.30
Whatsapp Zendesk Avatar
Messenger Zendesk Avatar
Live chat Zendesk Avatar